Cosa imparerai

L'artivismo è il campo della comunicazione-guerrilla ad uso di artisti e attivisti: in questo corso teorico con dei momenti pratici passeremo in rassegna la creatività comunicativa dai gruppi situazionisti degli anni ‘70 ai giorni nostri, esploreremo come cambiare i segni linguistici con inventiva per produrre dei cambiamenti sociali ed analizzeremo il repertorio di tecniche che stimolano effetti sovversivi con interventi nei processi di comunicazione: détournement, sniping, camouflage, happening, subvertising, fake, manifestazioni alternative, teatro invisibile, attacchi psichici, foto-azioni, nomi collettivi, marachelle, plagiarismo, travestimenti, Clown Army, contestazioni comiche.

  • Storia e fini della comunicazione-guerrilla

  • Tecniche, modalità e forme dal mondo dell’attivismo internazionale

  • Come cambiare la grammatica culturale: straniamento e sovraidentificazione

  • Spazio performativo e tempo dell’azione

  • Uso della comicità e della follia artistica

  • Progettiamo un’azione!

Partecipa alla rotta

Le lezioni sono tenute da:

Teatrante e agitatore culturale

Valerio Gatto Bonanni

Ha creato la compagnia teatrale SemiVolanti ed è co-autore del progetto artistico per e con migranti Black Reality e di Altri Mondi Bike Tour un evento artistico di divulgazione scientifica giocosa che gira in bici per l’Italia. Dal 2009 ad oggi ha messo a disposizione il suo linguaggio artistico per l’attivismo sociale e ambientale in campagne, azioni e occupazioni: Terra!, Nessun Dorma, Giovani NON +, Il nostro tempo è adesso!, Teatro Valle Occupato, Avaaz, aSud, la campagna referendaria No-triv e Grande come una città. L’estate usa solo camicie hawaiane, in risposta a un costante bisogno di colori.